IL COLLUTORIO È DAVVERO INDISPENSABILE?

15 Marzo 2021 by Terzo0
p689_2.jpg

Molte persone si chiedono se sia davvero importante e basilare o se quelli in commercio, siano più che altro fatti per vendere e fare girare le casse dei produttori

 

Di sicuro la seconda è una frase che nel mondo di oggi è sempre vera e mai sbagliata, dietro ad ogni prodotto ci sono interessi economici e alle volte questi superano la reale utilità del prodotto stesso

 

Per certi versi anche il collutorio corrisponde a questa descrizione o meglio, di base può essere utile ma di sicuro non è fondamentale come certi cartelloni o pubblicità vogliono farci credere.

               

 

Si tratta della pubblicità di un noto collutorio, nella quale all’uso di questo prodotto, viene attribuita la guarigione di una gengiva sanguinante e inoltre viene sminuita l’importanza di spazzolino e filo interdentale dicendo che essi alle volte non bastano per una corretta igiene orale, non bastano se non usati correttamente altrimenti certo che bastano, anzi avanzano

 

In più, noi sappiamo che quando abbiamo sanguinamento della gengiva potremmo essere in presenza di una gengivite o peggio di una parodontite, queste come scritto in precedenti articoli dipendono da fattori che il solo collutorio non potrà mai guarire ma al massimo solo tamponare, per la presenza di alcune sostanze in esso che possono limitare il sanguinamento

 

Ma questo non significa che ci guariscono da gengiviti o parodontiti, sarebbe troppo bello, basterebbe usare un collutorio e non avremo più problemi a livello dentale

 

Tanto bello quanto impossibile, se le gengive sanguinano l’unica cose che può mettervi al riparo è un continuo e corretto spazzolamento e uso del filo interdentale e andare dal vostro igienista dentale per la rimozioneprofessionale delle cause che provocano queste infiammazioni e quindi il sanguinamento, queste cause sono i depositi di placca e tartaro, cause che sicuramente un semplice collutorio non può risolvere da solo.

Quindi diffidate da chi dice che i collutori sono indispensabili o curatori.

TIPOLOGIE   DI  COLLUTORI.

Fatta questa iniziale premessa, andiamo a vedere le due tipologie principali di collutori che ci sono in commercio e che sono:

  1. Collutori con Clorexidina
  2. Collutori uso quotidiano

Questi sono i due grandi insiemi che descrivono le caratteristiche, ognuno ha dei piccoli sottoinsiemi

Questi collutori contengono appunto una sostanza chiamata Clorexidina e cioè un disinfettante di sintesi chimica ad azione antisettica e battericida contro una vasta gamma di batteri, soprattutto quelli causa di gengiviti

Insomma, una bomba

Viene venduto con varie percentuali di questa sostanza tipo 0,12%, 0,20%,0,30% ad ogni percentuale corrisponde una diversa efficacia, in base alla situazione del paziente spesso dopo l’igiene professionale, verrà consigliata quella giusta adatta al paziente in considerazione.

Nota negativa, il suo uso non potrà essere protratto nel tempo, difatti questa

sostanza tende a macchiare denti e lingua, con macchie che difficilmente vengono via con lo spazzolino e quindi dalle quali bisogna proteggersi

Per questo viene consigliato come una sorta di terapia post igiene professionale,

perché aiuta e completa al meglio la guarigione dei tessuti gengivali, verrà consigliato per una durata che varia dai 10 ai 20 giorni di solito.

Alle volte, il vostro igienista può prepararvene un po’ in un bicchiere da usare prima dell’inizio della seduta di igiene.

     

 

COLLUTORI   USO   QUOTIDIANO.

Qui il marketing la fa da padrona, perché in nessun caso li ritengo fondamentali ma al massimo utili nulla più

L’importante è che siano senza alcool perché questo con il tempo può recare fastidi alle gengive, oramai comunque sono in pratica quasi tutti senza alcool

Di questa tipologia ne abbiamo davvero a bizzeffe:

  1. Collutori remineralizzanti a base di calcio e fluoro per prevenire carie o remineralizzare lo smalto dei denti
  2. Collutori sensitive, per denti sensibili che sono un pò simili ai quelli precedenti
  3. Collutori whitening, per mantenimento dello
  4. Collutori con vari oli essenziali cioè sostanze estratte da piante aromatiche, per alitosi e una bocca

Potremmo continuare ancora ma credetemi non vi sarebbe molto utile

Di sicuro possono portare dei benefici, ad esempio alcuni collutori sbiancanti in associazione a dentifrici sbiancanti usati ogni tanto tipo 2/3 volte a settimana, aiutano a mantenere più a lungo gli effetti dello sbiancamento, ma non fanno miracoli non pensate che ve lo fanno durare tre anni di più, altrimenti basterebbe farlo una volta e usare quei prodotti per avere tutti denti splendenti per sempre

Così come quello remineralizzante in persone che hanno la tendenza a sviluppare carie più facilmente, anche per via di un ph salivare non fantastico o per persone che hanno denti molto sensibili, questi collutori associati ad una buona igiene orale possono dare qualche beneficio ma anche qui non è che con quelli non avrete più le carie, altrimenti ci mettete alla sbarra nessuno tra igienisti dentali e dentisti lavorerebbe

Quindi diciamo che non sono consigliati e che in certi casi possono essere utili e piacevoli da usare anche per rinfrescare la bocca, magari al mattino prima di uscire

Ma quello che dovete imprimervi in mente, come un segreto di stato, è che gli strumenti fondamentali sono spazzolino e filo interdentale usati nella maniera corretta, essi sono indispensabili, il resto sono tutti utili ma non indispensabili.

         

 

Per cui usateli pure, quelli alla clorexidina sempre e solo sotto indicazione di un igienista dentale o dentista e per un arco di tempo limitato, quelli per uso quotidiano senza alcool in base alle vostre esigenze o preferenze, vi saranno utili ma non saranno loro a garantirvi la corretta igiene.

 

 

 


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Copyright © 2019 Odontoiatria Polispecialistica Fondi Pirotto – Autorizzazione Sanitaria N.315 del 21-6-2004 | Informativa Privacy e Cookie Policy